Skip to content

Sei piccioni e un Fava – Il Fatto Quotidiano

8 settembre 2017

C’è stata un po’ di confusione, in Sicilia, ma adesso è tutto chiaro. Sor Tentenna. Ditegli tutto, a Giuliano Pisapia, ma non che non sia coerente. “Un listone con Pd e Alfano? Per me, e non solo per me, sarebbe un incubo ed è folle solo pensarlo” (27.1.2017). “Alfano è incompatibile col centrosinistra. Ha storia e idee opposte alle mie. La destra faccia la destra, con Alfano ci divideremmo il giorno dopo” (9.3.2017). Poi l’incubo, anzi la follia, si realizza in Sicilia (in vista delle elezioni nazionali): il Pd si accorda con Ap per il rettore di Palermo Fabrizio Micari. E Pisapia? “La candidatura Micari è un progetto civico simile a quello che ha vinto a Palermo: è un errore chiamarsi fuori” (25.8). Invece Mdp e SI non vogliono Alfano e lanciano Claudio Fava. Pisapia s’incazza: “In Sicilia Mdp ha fatto scelte che non condividiamo” (6.9.2017, ore 17.26). Quindi è confermato che Pisapia sta con Micari contro Fava? Mica tanto: il patto Pd-Ap per Micari “è un’alleanza ambigua e innaturale rispetto al mondo progressista” (6.9.2017, ore 19.33). Ergo sta con Fava contro Micari? Non esageriamo: il patto Mdp-SI per Fava “è l’ennesima riproposizione di uno schema di testimonianza, seppur nobile, già fallito in passato” (6.9.2017, ore 19.34). Allora vuole un terzo candidato? Ah saperlo: “Chiedo a entrambi ogni sforzo per ritrovare l’unità del centrosinistra” (6.9.2017, ore 19.35). Delle due l’una: o Micari confluisce in Fava o Fava confluisce in Micari. L’importante è non far decidere agli elettori con le primarie, come da Statuto Pd. E “Insieme”, l’alleanza con Mdp? “C’è da vedere se rivive”, sennò lui potrebbe “fare un passo indietro”. Anzi no: il progetto “continua in tutte le altre regioni”. Tranne la Sicilia che vota. Chiaro no?

Pulcinella. Ex Pdci, poi Megafono, poi Pd, il governatore Rosario Crocetta viene scaricato dal Pd e annuncia che si ricandida (come previsto in automatico dallo Statuto Pd) con il suo nuovo movimento “Liberi”: “Ho salvato la Sicilia: la mia è una rivoluzione che non voglio certo interrompere… Per me lo schema resta lo stesso: le primarie s’hanno da fare il 17 settembre… Io chiedo solo una cosa: le p-r-i-m-a-r-i-e… I sondaggi dicono che da solo potrei prendere il doppio di Micari… Questi politicanti aspettano la mia uscita dal palazzo per ricominciare a fare affari col vecchio sistema di potere… La vulgata che circola è: ‘Alla fine Crocetta lo imbriglieremo e lo fregheremo con un accordo’. Ma non hanno compreso che io non ci sto. Domani lancio il manifesto ‘Liberi’ e la candidatura… Se Renzi ha deciso di suicidarsi, faccia pure” (29.8. 2017).

“Quella del centrosinistra in Sicilia è una sconfitta annunciata. Io non temo la corsa solitaria. La libertà e la dignità non sono negoziabili” (30.8.2017). Poi vede Renzi e ritira candidatura e primarie: “Per me è un giorno di liberazione”. Cioè fa quell’accordo che la vulgata accreditava e lui smentiva con orrore. Però sarà capolista del redivivo Megafono in Sicilia pro Micari, sicuro perdente dei politicanti suicidi. Ma attenzione, non votate per lui: tanto, se fosse sventuratamente eletto consigliere regionale, si dimetterebbe subito per fare il senatore. Del Megafono? Di Liberi? No, del Pd: la libertà e la dignità non sono negoziabili.

Il Carneade. In Sicilia, Fabrizio Micari nessuno sa chi sia, un po’ come Pisapia, che però è milanese. Parla di “cambiamento e discontinuità”. Infatti il suo ghostwriter è Rino La Placa, classe 1946, ex consigliere regionale, capofila dei difensori dei vitalizi per tutti gli ex; il suo nuovo alleato è l’uscente Crocetta che, se avesse fatto bene, lui non esisterebbe; e si dice “pronto al ticket con l’eurodeputato alfaniano Giovanni La Via”, suo candidato vicegovernatore (intimo del sottosegretario Castiglione, imputato per il Cara di Mineo). I sondaggi lo danno terzo, dietro M5S e Destra. Del resto, se fosse primo, non sarebbe candidato.

L’Ectoplasma. Tutti dicono che Angelino Alfano ha fatto l’accordo con Renzi per Micari in Sicilia e qualche posto nelle liste del Pd al Senato (lo sbarramento dell’8% non lo vede manco col telescopio). Ma lui la parola “Micari” non l’ha mai pronunciata: appena lo fa, nei laboratori sotto l’Etna avverrebbe la scissione dell’atomo, cioè si spaccherebbe Ap (che, da unita, dà l’1 virgola). Quindi appoggia, ma non appoggia. Sta di qua, ma anche di là. Pronto a negare, all’occorrenza, di essere ministro degli Esteri (tanto fa tutto Minniti), e pure di chiamarsi Alfano, potrebbe salvare l’unità della sinistra. Pisapia, infatti, invoca “l’esperienza civica di Orlando sindaco di Palermo sostenuto da Pd, Mdp e Alfano senza simboli di partito”. Infatti il “civico” Orlando (Dc, Rete, Verdi, Margherita, Idv, Pd) fu appoggiato da una lista unica Pd-Ap. Se c’è Alfano col suo lombrosario, ma senza simbolo, Pisapia è contento. Sperando che nessuno se ne accorga. Specie gli elettori.

Che Guevara. Bruno Tabacci (ex Dc, Ccd, Udc, Rosa Bianca, Api, Cd, Pd e Se) è il braccio destro di Pisapia. E, mentre quello si fa le pisapippe, scende in Sicilia e raccatta l’ex Dc-Ccd-Udeur-Ppi-Margherita Totò Cardinale con la sua numerosa famiglia, e Ciccio Attaguile, classe ‘45, sindaco Dc di Catania nell’84, poi arrestato e assolto. Tutti compagni di provata fede.

L’Uomo Roccia. Fabrizio Ferrandelli è passato dal Partito Umanista a Orlando, da Di Pietro a Vendola al trio B.-Miccichè-Cuffaro, candidato sindaco di Palermo del centrosinistra nel 2012 e del centrodestra nel 2017 (sempre trombato). Ora il noto pensatore della scuola peripatetica siciliana sta con Micari: ha scoperto che “non potevo stare a destra” e, dopo un incontro con Renzi, è rientrato nel Pd. Senza trovarci poi questa gran differenza.

Sorgente: Sei piccioni e un Fava – Il Fatto Quotidiano

Annunci

From → Marco Travaglio

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: